Tel & Fax: 0963.71143 info@studiotecnicoese.it
Via degli Abeti n° 7 Serra San Bruno (VV) 89822 Contattaci
Domande frequenti superbonus 110%

Domande frequenti sul Superbonus 110%

Domande frequenti Superbonus 110%

D1. Se installo un fotovoltaico di 4 kW e un relativo sistema di accumulo posso ottenere il bonus al 110%?

No, se non si abbina ad almeno un intervento “madre” o principale. Senza un intervento madre rimane valido il bonus al 50% tuttora in vigore.

 

D2. E’ possibile beneficiare dell’ecobonus al 110% nella seconda casa?

Se l’abitazione è compresa in un condominio Si. Se invece è un abitazione unifamiliare No.

 

D3. L’intervento madre può essere eseguito da solo senza un intervento secondario?

Si, se si ottiene il salto previsto di 2 classi energetiche nell’attestazione di prestazione energetica si otterrà la detrazione al 110% (nei limiti di spesa previsti).

 

D4. Se il cliente ha già un impianto fotovoltaico, può farne un altro godendo della super detrazione al 110%?

Si, può beneficiare del superbonus associando il fotovoltaico nuovo ad un intervento principale (sempre aumentando 2 classi nell’attestato di prestazione energetica.

 

D5. Considerando che gli impianti fotovoltaici incentivati al 110% non possono beneficiare dello scambio sul posto e quindi devono essere in ritiro dedicato, aumenta per il cliente la convenienza dello storage?

Si. Una delle condizioni previste per l’ottenimento del Superbonus al 110% è la cessione al GSE dell’energia non-autoconsumata; si presume, ma non è ancora ben definito, che non possa essere valorizzata. 

L’abbinamento di un sistema di accumulo può sicuramente essere interessante (anche perché lo stesso può godere della Superdetrazione al 110%).

 

D6. Relativamente agli interventi secondari, rientrano anche il solare termiico e i generatori a biomassa (stufe e caldaie a legna e pellet)?

Si, rientrano sempre se l’insieme degli interventi migliorano la classe energetica dell’edificio di almeno due classi.

 

D7. La sostituzione degli infissi rientrano nella super detrazione al 110%?

Si, come tutti gli interventi di efficientamento energetico di cui all’art. 14 DL 63/2013, purché eseguiti congiuntamente ad uno degli interventi madre (Sismabonus escluso).

 

D8. E’ possibile applicare il superbonus al 100% per la sostituzione di una caldaia con una caldaia a condensazione in un condominio con unità immobiliari indipendenti nel riscaldamento?

Si, solo se il nuovo impianto installato è centralizzato.

 

D9. Che differenza c’è tra cessione del credito e sconto in fattura?

Per gli interventi di cui ha beneficiato, il contribuente può applicare direttamente in dichiarazione la relativa detrazione prevista (110%, 65%, 50% ecc.). In alternativa, può scegliere una delle seguenti due ipotesi:

  • Sconto in fattura: è una somma che viene direttamente scalata sul corrispettivo dovuto al fornitore che ha effettuato gli interventi;
  • Cessione del credito: trasformazione del corrispettivo importo in credito d’imposta, con facoltà di successive cessioni ad altri soggetti, compresi istituti di credito e altri intermediari finanziari.

 

D10. Le banche sono obbligate ad accettare la cessione del credito? Se accettano la cessione, possono trattenersi una percentuale?

Non hanno alcun obbligo, ma facoltà di farlo alle condizioni che le stesse stabiliranno.

Domande frequenti Superbonus 110%